Pubblicato il

Le migliori novità nei portatili del 2018

Hai bisogno di un nuovo computer? La migliore durata della batteria potrebbe renderti la vita più semplice. 

Nel corso dell’ultimo anno, i consumatori hanno assistito ad una serie di entusiasmanti sviluppi nei portatili, e ne arriveranno altri nei prossimi mesi. Ciò potrebbe rendere il 2018 un buon anno per considerare l’acquisto di un nuovo laptop.

Quando i nuovi computer arriveranno nei negozi durante prossimi mesi, troverai probabilmente molti più processori quad-core, che aiutano ad accelerare le attività quotidiane come applicare i filtri alle foto o decomprimere file di grandi dimensioni.

Gli SSD, che non molto tempo fa si trovavano per lo più sui modelli costosi, si dovrebbero trovare ora su molti computer dal prezzo onesto.

E vedrai anche un numero maggiore di computer con Monitor 4K ad alta risoluzione. (Ci sono vantaggi e svantaggi in questi schermi. In breve, potresti avere una durata della batteria peggiore, ma vedere più dettagli negli spettacoli 4K, come ad esempio “The Grand Tour” di Amazon.) Continua a leggere Le migliori novità nei portatili del 2018

Pubblicato il

Intel ha fatto un importante passo in avanti nell’informatica quantistica

Il keynote del CES 2018 riguardava i computer quantistici, le auto a guida autonoma e un chip AI che impara da solo  

Intel ha mostrato le sue capacità come azienda in grado di produrre molti tipi di tecnologie diverse al CES 2018 durante il discorso programmato dal CEO Brian Krzanich ieri sera. Dopo aver portato la notizia che l’azienda risolverà tutte le vulnerabilità di Meltdown entro la fine del mese, Krzanich si è lanciato in un discorso di vasta portata che riguardava auto senza conducente, chip di IA che imparano da soli e realtà virtuale.

Ma l’evento principale è stato un “importante passo in avanti” nell’informatica quantistica, con la società che ha annunciato un chip quantico da 49-qubit – qualcosa che Krzanich ha descritto come il prossimo passo verso la “supremazia quantistica”. La società, ha affermato, si è impegnata a trasmettere la causa dell’informatica quantistica con un laboratorio nei Paesi Bassi dedicato ai futuri computer quantici.

Sebbene non ci siano dettagli riguardo alla data di uscita del chip quantico – il cui nome in codice è Tangle Lake – Krzanich è stato chiaro dicendo che questa tecnologia nascente potrebbe un giorno aiutare a risolvere i maggiori problemi che l’umanità deve affrontare, impiegando minuti per risolvere problemi che i nostri attuali supercomputer impiegano mesi o anni a calcolare, tra cui lo sviluppo di farmaci e la gestione del clima.

Più vicino ai computer di oggi c’è invece un nuovo processore: Loihi, un chip AI di test. Il chip “cerebrale” è ora completamente funzionante e apparentemente sta già eseguendo un semplice riconoscimento degli oggetti nei laboratori. Il piano è quello di consentire a terze parti di utilizzare questo chip AI in grado di apprendere autonomamente per le proprie necessità nei prossimi anni.

Ci sono poi le auto senza conducente – una flotta di prova da 100 unità, per la precisione. La comparsa della compagnia in questo settore non sorprende, dato che ha acquistato Mobileye, una società autonoma di software per auto, per 15 miliardi di dollari l’anno scorso. Intel sembra fare progressi in questo campo, mostrando un’auto con 12 telecamere e un campo visivo di 180 gradi, che permette al veicolo di “vedere” fino a 300 metri più avanti. Nonostante si debba aspettare ancora un bel po’ per i veicoli proprietari dell’azienda, Intel ha riferito che due milioni di veicoli, di marche quali BMW, Nissan e Volkswagen, useranno la tecnologia di Mobileye per tutto il 2018, fatto che rende l’acquisizione dell’anno scorso una cosa intelligente.

Da un’altra parte, Krzanich ha parlato delle innovative iniziative VR avviate dalle partnership della società per le imminenti Olimpiadi invernali. Trenta eventi saranno visibili da diverse angolazioni, sia dal vivo che on demand, ha detto la società, e l’iniziativa sarà ampliata alla NFL con telecamere installate all’interno dei caschi dei giocatori. Una partnership con Paramount Pictures farà poi capire se questo approccio possa funzionare con i film, con centinaia di fotocamere che consentono agli spettatori di “essere l’attore” o di vedere il film da un numero qualsiasi di angolazioni diverse.

Pubblicato il

Il nuovo malware Android AnubisSpy

AnubisSpy è un nuovo malware Android destinato agli utenti di lingua araba in Medio Oriente. Gli esperti affermano: “Il malware può spiare la vittima ed è particolarmente abile nel rubare i dati.” È stato collegato alla campagna di spionaggio informatico chiamata Sphinx che prende di mira anche gli utenti del Medio Oriente.

Si dice che il gruppo di hacker APT-C15 sia stato la mente dietro alla campagna Sphinx tra il 2014 e il 2015. Hanno preso di mira strutture militari e politiche in Israele, in Egitto e in altri paesi del Medio Oriente, rubando informazioni riservate. Gli esperti di sicurezza ritengono che questo sia lo stesso gruppo che ha diffuso il malware AnubisSpy. Continua a leggere Il nuovo malware Android AnubisSpy

Pubblicato il

Diverse minacce informatiche a cui prestare attenzione nel 2018

Nella nostra serie sulle tendenze da tenere d’occhio nel 2018, parliamo oggi delle diverse minacce informatiche di cui dobbiamo preoccuparci nel nuovo anno …

Ransomware

Gli attacchi di Ransomware si sono verificati su una scala senza precedenti nel 2017; l’attacco di WannaCry, l’incidente di NotPetya e altri attacchi di questo genere hanno colpito e paralizzato importanti organizzazioni e società in tutto il mondo, incluso il servizio sanitario nazionale nel Regno Unito (NHS), FedEx ecc. Piuttosto che prendere di mira una particolare organizzazione, gli hacker si sono assicurati che il ransomware si diffondesse a livello globale e che colpisse centinaia di migliaia di computer e di reti contemporaneamente. Dato che il ransomware è un tipo relativamente semplice di malware e dal momento che aiuta a guadagnare rapidamente denaro, i criminali informatici sono particolarmente interessati ad esso e gli esperti concordano sul fatto che anche nel 2018 potrebbero esserci molti attacchi ransomware, alcuni dei quali potrebbero essere davvero importanti. Si prevede inoltre che i criminali potrebbero prendere di mira le imprese di cloud computing nel 2018; tali attacchi potrebbero causare violazioni di dati senza precedenti, poiché le aziende archiviano tonnellate di dati nel cloud. È però stato riferito che molti importanti operatori del cloud hanno già assunto i migliori esperti di sicurezza digitale per garantire che i loro dati rimangano sicuri. Tuttavia, ci sono molte aziende che sono vulnerabili e pertanto soggette ad attacchi ransomware.

Violazioni di dati importanti

Gli hacker sono ora alla ricerca di grandi brecce di dati che potrebbero aiutarli a ottenere i dati personali di un numero enorme di persone. Un esempio degno di nota è l’hack Equifax verificatosi l’anno scorso, che ha aiutato i criminali informatici a fuggire con i dati sensibili di quasi la metà della popolazione degli Stati Uniti. Gli hacker ora pensano sicuramente in grande e senza dubbio organizzeranno delle importanti violazioni di dati anche nel 2018. Se ciò accadesse, prenderanno di mira le società che detengono moltissime informazioni sensibili; ci sono infatti molte aziende di questo tipo che sono vulnerabili e che con ogni probabilità finiranno nel mirino degli hacker. Continua a leggere Diverse minacce informatiche a cui prestare attenzione nel 2018

Pubblicato il

Protezione Antivirus: Gli utenti ne hanno davvero bisogno?

La comunità hacking sta acquisendo forza. Non sono più una piccola banda che fa le cose semplicemente per il gusto di infastidire gli utenti PC. Ora gli hacker hanno il potere di paralizzare il mondo intero (il ransomware WannaCry è servito come esempio) durante qualsiasi giorno. Pertanto, date le circostanze, è abbastanza facile per gli utenti iniziare a pensare che il buon vecchio antivirus non sia più sufficiente a proteggere i loro PC.

Ma tutto questo può davvero essere realtà? Prima di giungere a una risposta, esaminiamo alcuni aspetti legati alla protezione antivirus.

Che Cosa Fa un Software Antivirus?

Gli antivirus erano fino a qualche anno fa i principali agenti di difesa dei PC dai virus informatici (ovvero quelli che possono auto-replicarsi e diffondersi una volta che si infiltrano con successo in una rete). Ma man mano che il panorama delle minacce alla sicurezza si è espanso, così ha fatto anche la lista dei malware che un software antivirus gestisce. Oggi gli antivirus sono in grado di contrastare con successo keylogger, back door, rootkit, trojan e persino i più recenti ransomware. Sono quindi certamente utili, non ci sono dubbi in merito. Continua a leggere Protezione Antivirus: Gli utenti ne hanno davvero bisogno?

Pubblicato il

Alexa sui nuovi PC Windows 10 che verranno lanciati entro la fine dell’anno

A differenza di Amazon e Google, Amazon e Microsoft sono state in buoni rapporti di recente. L’anno scorso, le due società hanno annunciato dei piani per consentire alle loro assistenti virtuali, Alexa e Cortana, di “parlare” tra loro sui PC Windows 10. Al CES, alcuni produttori di PC Windows 10 stanno annunciando le proprie collaborazioni con Amazon per integrare Alexa nei loro dispositivi, un’iniziativa separata con l’obiettivo evidente di portare le funzionalità complete di Alexa sui dispositivi Windows 10.

“L’accesso tramite vivavoce ad Alexa su PC può essere utile per i clienti in molti modi, per esempio può rendere semplice l’interazione con la tua smart-house, la visione delle notizie o del meteo, l’impostazione dei timer e molto altro” ha detto nel comunicato stampa di Acer Steve Rabuchin, vice presidente della divisione Alexa di Amazon. “Questo è un grande passo avanti per rendere Alexa disponibile ovunque i clienti possano aver bisogno di lei.”

Acer, Asus e HP hanno annunciato tutti i nuovi PC che integreranno Alexa, ovvero: i notebook Acer Aspire, Spin, Switch e Swift e alcuni PC All-in-One Aspire; i laptop Asus ZenBook e VivoBook; e il nuovo PC Pavilion Wave di HP, che somiglia ad Amazon Echo più di qualsiasi altro dispositivo. Alcuni dei nuovi dispositivi sfrutteranno la Intel Smart Sound Technology, un DSP audio integrato, per migliorare l’audio, la voce e le parole con Alexa.

Stando a quanto riferito, questi dispositivi utilizzeranno una nuova applicazione di Alexa per Windows 10 che è in fase di sviluppo e che verrà rilasciata entro la fine dell’anno. La nuova app consentirà agli utenti di porre domande ad Alexa proprio come farebbero con un dispositivo Echo. Poiché tutti questi dispositivi hanno uno schermo o possono essere collegati a un monitor, Alexa sarà in grado di mostrare le informazioni oltre a fornire il feedback audio. Tuttavia, non tutte le funzionalità di Alexa saranno disponibili al momento del lancio, quindi gli utenti dovranno attendere ancora per poter accedere alle telecamere di sicurezza, utilizzare i servizi di messaggistica /chiamate di Amazon o i servizi di streaming come Spotify.

L’ultima partnership di Amazon con i PC OEM è separata dalla sua partnership con Microsoft che punta a far dialogare Alexa e Cortana. Gli utenti dei PC Windows potranno dire “Ciao Cortana, apri Alexa” per accedere alle oltre 25.000 competenze di Alexa, oltre alle altre caratteristiche. L’obiettivo era far sì che Alexa e Cortana funzionassero bene l’una con l’altra entro dicembre 2017, ma quella data è arrivata senza però portare degli aggiornamenti importanti.

Le due società non hanno annunciato modifiche alla collaborazione originale, ma sembra che Amazon stia iniziando procedere diversamente per portare Alex ai milioni di utenti di Windows 10. La portata di Alexa non è necessariamente un problema per Amazon, ma la società non ha i vantaggi hardware che ha Google, visto che Google’s Assistant è già disponibile per milioni di utenti Android.

Pubblicato il

Kaspersky Free Antivirus: La protezione gratuita per i tuoi computer

L’ estate 2017 è stata caratterizzata dalla diffusione globale di Kaspersky Free Antivirus. Ovunque ci si trovi sul pianeta, è ora possibile proteggere i propri file in modo sicuro e senza dover pagare un centesimo.

Oggi parleremo di alcune funzionalità di Kaspersky Free e vi spiegheremo perché si tratta della migliore soluzione gratuita disponibile per computer Windows. Se vuoi comprare un antivirus, leggi questo articolo.

Perché Scegliere Kaspersky Free Antivirus

Kaspersky Free offre un livello essenziale di protezione per PC: individua file dannosi, script e link. Il livello di protezione e le funzionalità offerte hanno standard davvero elevati. Continua a leggere Kaspersky Free Antivirus: La protezione gratuita per i tuoi computer